Attenzione, il sito da gennaio 2010 non viene più aggiornato, le inormazioni contenute potrebbero essere obsolete rispetto a nuove conoscenze scientifiche. Si raccomanda sempre di far riferimento al proprio medico o nefrologo di fiducia.
Il potassio in dialisi, il potassio

L'alimentazione in dialsi - Il potassio

I liquidi   Il potassio   Apporto proteico   Sodio Cloruro   Calcio e Fosforo


La dialisi

Storia della dialisi

Accoglienza ed educazione delle persone che iniziano la dialisi

L'alimentazione in dialisi

L'accesso vascolare in dialisi

Emergenze in dialisi

Lavoro, scuola, hobby e viaggi in dialisi

I neo assunti in dialisi

Pubblicazioni

Siti consigliati

Vota il sito su Web-Link

Il potassio in dialisi.

Per la maggior parte dei pazienti dializzati è necessaria la stretta osservanza di una dieta a basso contenuto di potassio. L’aumento del potassio nel sangue mette in pericolo la vita del paziente. Con l’iperpotassiemia possono comparire vari disturbi quali crampi muscolari, addominali, formicolii alle labbra, astenia, ma l’organo che ne risente maggiormente è il cuore con disturbi del ritmo fino all’arresto cardiaco.
Per salvaguardare la propria salute i pazienti in dialisi dovrebbero rinunciare completamente a cibi con contenuto di potassio particolarmente elevato come frutta secca, succhi di frutta e di ortaggi ed a particolari tipi di frutta; non sono da consumare i sali dietetici (alto contenuto di potassio).


la verdura cruda è ricca di potassioInterventi e consigli

Educare ad una assunzione di alimenti poveri di potassio evitando quindi: cacao, cioccolato, frutta secca oleosa, lievito di birra, legumi secchi, salsa ketchup, salsa di soia, patatine fritte, sali dietetici.

Pesci come sarde e trote sono ricchi di potassio.

Attenzione ai conservanti che contengono potassio.

Per ridurre il contenuto di potassio si consiglia di tagliare le verdure a pezzetti e bollirle in abbondante liquido cambiando l’acqua a metà cottura.

Vietata la cottura al vapore, in pentola a pressione e nel microonde.

Le verdure surgelate hanno meno potassio come pure quelle in scatola avendo cura di gettare il liquido di conservazione.

Se la verdura viene consumata cruda lasciarla a bagno nell’acqua per qualche ora.

La tabella sul contenuto di sali negli alimenti può aiutare a scegliere quelli con meno potassio.


Valutazione

Il paziente non avverte sintomatologia. I valori degli esami ematici rilevano il potassio nella norma.